21 marzo, festa di San Benedetto.

Don Giovanni célèbrant la messe solennelle de Saint Benoît.

Don Giovanni che celebra la messa solenne di San Benedetto.

Venerdi 21 marzo, in occasione della festa di San Benedetto, villatalla, piccolo e tranquillo paese, si anima improvvisamente. Le campane suonano a distesa e i fedeli accorrono alla chiesa parrocchiale di San Michele per assistere alla Messa solenne celebrata da Don Giovanni Pinna, un giovane sacerdote tradizionale ordinato da Mons. Oliveri lo scorso mese.

Don Ivo lors de sa prédication.

Don Ivo in occasione della sua predicazione.

Il canonico Don Ivo, prevosto della basilica di San Maurizio d’Imperia, ha tenuto l’omelia e ha fatto l’elogio del Patriarca dei monaci i cui figli hanno portato fino in questa terra ligure la coltura dell’ulivo. È sopratutto attraverso il senso di Dio e la pratica dell’obbedienza che i Monaci benedettini hanno gettato le basi dell’Europa cristiana. “Cercate anzitutto il Regno di Dio e la sua giustitia, e il resto vi sarà dato in sovrappiù”. Tale sovrappiù fu la cristianità medievale, quella di San Luigi, di San Bernardo e di San Tommaso d’ Aquino.

Le RP Prieur, Don Tomaso, Don Carmelo et Fr. Gabriel.

Le RP Priore, Don Tomaso, Don Carmelo e Fra’ Gabriel.

Don Francesco Ramella, giovane professore del seminario, amico del monastero con una varietà di doni naturali, ha accompagnato all’organo i canti del Kyriale.

Il canonico Don Marco Cuneo, che fu seminarista del Card. Siri a Genova, ha ricoperto il ruolo di grande cerimoniere. Richiesto spesso per celebrazioni solenni a Roma e altrove, egli conosce alla perfezione la funzione di ciascun officiante. Anche noi approfittiamo della sua scienza, poiché ogni settimana tiene per i fratelli un corso di liturgia.

Il 21 marzo è anche l’anniversario del nostro parroco Don Jochemczyk Tomasz, un sacerdote polacco dal nome assai difficile da pronunciare, che celebra la Messa tradizionale. Dopo la Messa, aperitivo e rinfresco, preparati con cura, attendono all’uscita della chiesa, dove tutti si ritrovano per chiacchierare allegramente. Dopo il canto di Sesta, tutto il clero è invitato da Clara, una nostra vicina che aiutata da devote donne del villaggio, ha preparato un abbondante e delizioso pranzo.

Ringraziamo i nostri ospiti, venuti a condividere una cosi bella giornata piena delle benedizioni del Cielo di cui l’anima di San Benedetto sovrabbonda, lui che fu benedetto da Dio per il nome e per la grazia, come ha scritto San Gregorio Magno. Partiti gli amici, torniamo soli in famiglia a cantare l’ufficio di Nona, seguito alla sera dai Vespri solenni. Ancora un grande ringraziamento a San Benedetto, a tutti i nostri amici sacerdoti e alle sante donne che hanno contribuito da dietro le quinte  della loro cucina alla riuscita di questa bella giornata della primavera inaugurata dalla festa di San Benedetto.

Posted in Non classé |

27 gennaio : lunga passeggiata presso Fratel Toussaint

L'ermitage de Frère Toussaint et le Sanctuaire des saints Côme et Damien.

L’eremo di Fratel Toussaint attiguo al
Santuario dei santi Cosma e Damiano.

Dopo le feste di Natale e dell’anno nuovo, una lunga passeggiata comunitaria. Abbiamo preso l’automobile e in un’ora abbiamo raggiunto l’eremo di nostro Fratello Toussaint, situato nell’entroterra di Albenga a 1000 metri di altezza e a 10 km dal primo paese. Fratel Toussaint, dopo 21 anni di vita religiosa a Le Barroux e due anni trascorsi con Padre Jehan a Villatalla, conduce infatti vita eremitica presso il santuario dei SS. Cosma e Damiano, in cui Mons. Oliveri gli ha consentito di sistemarsi. Qui, nella solitudine, prega giorno e notte per la Chiesa e per i fratelli del secolo. La sua spiritualità è quella dei Padri del deserto, la cui lettura  assidua è stata all’origine della sua vocazione. Vi domanda di aiutarlo a sistemare il suo eremo e una piccola dependance di cui ha bisogno e che sta costruendo lui stesso.

Fr. Toussaint et la communauté.

Una sosta per ammirare
la bellezza del paesaggio.

Preghiere presso il santuario, lunga passegiata e picnic sulle creste disboscate dei contrafforti di Albenga dove ovunque il panorama è splendido, conversazioni spirituali ed evocazione di ricordi monastici, talora divertenti: tutto è stato occasione di un cuore a cuore fraterno, gioioso e distensivo. Scesa la sera, ci siamo lasciati con dispiacere e sulla via del ritorno, cantando i Vespri e recitando il Rosario in auto, abbiamo raggiunto il paese e il nostro monastero di Villatalla. Ancora grazie e Fratel Toussaint per questo grande momento di distensione, di gioia e di carità tutta fraterna.

 P.S : Fratello Toussaint vende cani “pastori dell’Asia centrale”: www.chiens.b67.me
Indirizzo : Fra’ Toussaint Menut - Località Colle San Cosimo - I-18020 Borghetto d’Arroscia (IM)
Posted in Non classé |

Buon Natale e Felice anno 2014 !

Vœux 2014 It“Natale sta arrivando. Grande goia in cielo, un po’ di pace sulla terra. Nonostante la prova dell’esilio, che la durezza degli uomini rende più amara.” Queste parole di Dom Gérard, rivolte l’8 dicembre 1990 agli Amici del Monastero, oggi suonano ancora più attuale che mai, in un periodo storico così buio e decadente, segnato dal drammatico aumento del male. Dopo il divorzio e l’aborto, ecco ora il matrimonio omosessuale e presto, per esso, l’adozione di bambini.  E poi, la scomparsa delle Patrie, le terre dei Padri, radicate nella civiltà cristiana, oggi consegnate ad un occulto potere mondialista, distruttore delle famiglie, delle nazioni e dei popoli: Quante cause di disperazione, direte!

E tuttavia, con l’avvicinarsi del Natale, la Chiesa, attraverso i suoi testi e canti, viene rialzare i nostri cuori oppressi: “Domani – essi dicono – l’iniquità della terra sarà cancellata e il Salvatore del mondo regnerà su di noi.” E durante la santa notte: “il cielo ha visitato la terra, il Salvatore è nato !”

Carissimi amici e benefattori, la comunità dei monaci benedettini dell’Immacolata vi porge i suoi auguri di un santo Natale e di un felice anno nuovo di grazia, nella speranza della salvezza delle vostre anime, delle vostre famiglie, e della vostra Patria.

Posted in Non classé |

In aiuto dei monaci ! Aiutateci!

La maison Saint-Jean à restaurer depuis le toit jusqu'à la bergerie du rez de chaussé aménagée provisoirement en poulailler.

La casa San Giovanni da ristrutturare dal tetto fino al pianterreno, sistemato provvisoriamente a pollaio.

Già lo scorso anno abbiamo sollecitato il vostro aiuto per l’acquisto di una necessaria per lo sviluppo della nostra comunità. L’anziano proprietario ha accettato caritatevolmente di essere pagato in tre rate annuali. Grazie alle vostre donazioni siamo stati in grado di pagare la prima rata di 30.000 euro. Alla fine di questo dicembre dovremo pagare la seconda rata. Inoltre, disgraziatamente, in questa casa piove: il tetto è da rifare ! Il piano terra, un vecchio ovile, deve essere sistemato e trasformato nel nostro futuro capitolo. Vi abbiamo messo provvisoriamente le nostre galline ! per tale ragione stiamo ristrutturando per esse un pollaio ai confini del paese, situato su di una terrazza. Tuttavia, il muro di sostegno di quest’ultima, lungo quindici metri ed alto quattro, è crollato: è dunque necessario ricostruirlo, e anche per questo abbiamo bisogno di voi.
Le poulailler qui deviendra… la salle capitulaire

Il pollaio che diventerà … la sala capitolare.

Le mur du futur poulailler, à relever en pierre sèches

Il muro del futuro pollaio, da ricostruire con pietre a secco.

Cari amici che ci leggete, siate la nostra Provvidenza ! L’elemosina è anche un modo per piacere a Dio e per meritare la sua grazia. Vi ringraziamo per permetterci di perpetuare e di sviluppare l’Opera di preghiera e di santificazione inaugurata e trasmessa dai nostri fondatori, il Reverendo Padre Muard, Dom Romain Banquet e Dom Gérard. Che Dio vi benedica nelle vostre famiglie e nel vostro lavoro e che, per l’intercessione materna e che tutto può della Beata Vergine Maria, l’Immacolata, le vostre anime conservino il più prezioso dei tesori quaggiù e nell’ eternità, l’amore di Dio e del prossimo.
Posted in Non classé |

I nostri lavori agricoli: il pollaio, l’uliveto e l’orto.

Frère Benoît : heureux comme un coq en pâte !

Gallo e galline in semilibertà sotto l’occhio vigile di Fra’ Benedetto.

Da qualche mese abbiamo acquisto una ventina di giovani galline che abbiamo sistemato provvisoriamente nella parte ancora destinata a stalla della “casa San Giovanni”. Tratte “con i guanti bianchi”, ricambiano generosamente con una media di quindici uova al giorno. Confidiamo di sistemare presto le galline in un vecchio pollaio posto cinquanta metri più in là, al confine del paese.

Le futur poulailler et le mur écroulé, à reconstruire.

Il futuro pollaio e il muro crollato da ricostruire.

Questo pollaio, in parte già ristrutturato è costruito su di una stretta terrazza il cui muro, lungo circa 15 metri, è crollato. È pertanto necessario ricostruirlo. Confidiamo nella Providenza per riuscire a realizzare questo nuovo pollaio, dove i nostri cari volatili potranno deporre le uova, covarle e scorrazzare agiatamente in uno spazio ben sistemato.

Frère Gabriel

Fra’ Gabriel

Alcuni uliveti – una quarantina di alberi – fanno parte dell’acquisto della casa San Giovanni: meraviglioso vantaggio per i  monachi, che trovanno nel lavoro agricolo una risorsa importante di equilibrio e di salute. Li abbiamo tagliati la scorsa primavera per farli rendere al meglio. Come vogliono i detti, il raccolto inizia a santa Caterina. Sulle colline liguri, occorrono dai 5 ai 7 kg di olive per ottenere un litro di olio ; e quest’anno ogni albero ha prodotto circa 15 kg di frutti. Possiamo pertanto sperare di ottenere 80 litri di olio: sarebbe un buon inizio. Gli abitanti del paese sono felici di vederci riprendere il lavoro nigli uliveti, la cui coltora, disgraziamente, è sempre più abbandonata in favore del turismo.

DSCF0051

«Il lavoro è un eccellente preparazione alla vita interiore. Più vi donerete alla vita interiore. Più vi donerete alla vita interiore, più comprenderete la legge del lavoro». Dom Romain

Tutti  i contadini della regione sanno che sono stati i monaci di Lerino a introdurre la coltura dell’ulivo in Liguria. È una circostanza storica che ci rende simpatici e stimabili ai loro occhi. Abbiamo anche un giardino di circa 300 m2 che ci fornisce ogni anno molti ortaggi: fave, cipolle, aglio, scalogno, zucche e zucchine, fagiolini verdi e bianchi, pomodori cuore di bue in abbondanza, cetrioli, broccoli, insalata, ravanelli, melanzane, peperoni verdi e rossi, porri, etc.

Posted in Non classé |

Roma: pellegrinaggio Summorum Pontificum

5SPONell’ambito dell’anno della fede, dal 24 al 27 ottobre il Coetus Internationalis Summorum Pontificum ha organizzato il suo secondo pellegrinaggio a Roma. A motivo del contesto di persecuzione – la parola non è troppo forte – di cui sono ancora ogetto la Congregazione Apostolica dei Francescani dell’Immacolata et il suo fondatore Padre Stefano Manelli abbiamo ritenuto di dover sostenere la causa della Tradizione, e in particolare il diritto assoluto all’uso del rito tradizionale della Messa, partecipando attivamente a questo pellegrinaggio presieduto dal Reverendo Claude Barthe. Durante questi quattro giorni si sono succedutti Messe e Vespri pontificali, Via Crucis e Rosari, tavole rotonde e incontri ufficiali.
DSCF0056

Il Cardinal Castrillón Hoyos celebra la Messa
pontificale all’altare della Cattedra di San Pietro.

Questo pellegrinaggio è stata l’occasione per rinnovare la pia visita alle quattro basiliche romane, tra cui quella di San Paolo Fuori le Mura, dove l’Abate e la sua comunità ci hanno caritatevolmente alloggiato per tutto il nostro soggiorno.

Nella grotta: preghiera ai piedi di San Benedetto.

E stata anche l’occasione per un altro pellegrinaggio alle sorgenti della vita benedettina: la grotta di Subiaco dove San Benedetto visse tre anni e dove, come racconta san Gregorio, “solo, sotto lo sguardo di Colui che vede dall’alto, abitava con se stesso. Si custodiva incessantemente considerandosi sempre sotto gli occhi del suo Creatore. Si manteneva nel chiostro del suo pensiero. Il santo uomo cresceva in virtù e in miracoli e molti furono attratti e si riunirono per servire Dio Onnipotente”.

DSCF0027

La comunità davanti al monastero
di San Benedetto a Subiaco.

La basilique Saint-Benoît construite sur la maison natale du saint patriarche.

La basilica di San Benedetto costruita
sulla casa natale del santo patriarca.

Lasciando Roma, sulla via del ritorno a Villatalla, ci siamo fermati a Norcia, dove nacquero san Benedetto e sua sorella gemella Santa Scolastica. È qui, duecento anni dopo l’espulsione dei monaci ad opera di Napoleone Bonaparte, che il RP Cassien Folsom e la sua comunità hanno rifondato la vita monastica, nella fedeltà alle osservanze e alla tradizione liturgica. L’accoglienza è stata più che fraterna: siamo ripartiti carichi di doni tra cui un cartone della loro famosa birra che si è fatta onorare ed apprezzare perfino sulla tavola di Papa Benedetto XVI. Per ordinarla, andate a scoprire il loro sito sito.

Foto ricordo del nostro passaggio tra i monaci di Norcia.


Posted in Non classé |

23 ottobre : morte della decana di Villatalla.

Flavia à l'orgue.

Flavia all’organo.

Colpita da tre mesi da un ictus, la decana di Villatalla, Flavia, di 98 anni, ha reso la sua anima a Dio. Era lei, fino ad oggi , che suonava l’organo tutte le domeniche e i giorni di festa. Ogni pomeriggio percorreva l’unica strada che conduce al paese, prendendo un po’ di legna per l’inverno e cogliendo fiori per la Vergine. Ogni giorno assisteva ai Vespri e recitava il rosario con la comunità. Piangeva spesso suo marito, l’uomo più bello del mondo, diceva, e il suo unico figlio, morto giovanissimo lo stesso anno in un incidente durante un’immersione.

Flavia 98 ans et  le Rd Père Prieur.

Flavia, 98 anni, e il Reverendo Padre Priore.

Perdiamo una bella anima, ma per un Cielo ben meritato.

Posted in Non classé |

16 ottobre: visita monastica inaspettata !

DSCF0014

Il RP Dom Christophe Chapuis, dell’abbazia di En Calcat, in visita a Villatalla.

Il RP Dom Christophe Chapuis, dell’Abbazia di En Calcat, ci ha fatto una cortese visita. Dopo la crisi conciliare e post-conciliare conosciuta dal suo monastero, egli è, nel piccolo manipolo di anziani che hanno reagito, l’ultimo testimone della fedeltà allo spirito dei nostri fondatori della fine del XIX secolo, Dom Romain Banquet e Signora Marie Cronier. I suoi incoraggiamenti, i suoi consigli e la sua amicizia fraterna sono stati per noi un conforto, una gioia e uno stimolo a continuare e sviluppare l’opera monastica insediata in questa terra ligure, la cui sola bellezza già porta alla contemplazione.

Posted in Non classé |

Un’altra visita… dal Brasile !

Fr. Antoine et sa sœur Myriam venue du Brésil.

Fra’ Antonio e sua sorella
Myriam venuta dal Brasile.

Fra’ Antonio, di origini brasiliane e già novizio di Padre Jehan a Le Barroux, ha raggiunto la comunità ormai da più di un anno. Sua sorella maggiore Myriam è giunta da Salvador, nello stato di Bahia in Brasile, per una lunga visita: la gioia di ritrovarsi è condivisa da tutti.
Posted in Non classé |

15 agosto 2013: presa d’abito di Fra’ Gabriel

DSCF0007

Il Reverendo Padre Priore e Fra’ Gabriel.

Per la festa dell’Assunzione, Fratel Bertrand de Lapasse ha ricevuto il santo abito e d’ora innanzi porterà il nome di Fratel Gabriel. Il suo angelico patrono non è forse il celeste modello dei devoti dell’Immacolata? Lui, che ha ricevuto la missione di annunciare alla Vergine il dono della sua maternità divina e rivelare al mondo la sua pienezza di grazia?

DSCF0005

Il noviziato riunito.

“Ascolta, figlio mio, i precetti del Maestro e presta l’orecchio del tuo cuore. Accogli volentieri gli insegnamenti di un cosi buon padre e mettili in pratica, affinché, attraverso l’esercizio dell’obbedienza, tu possa fare ritorno a Colui da cui ti sei allontanato per la pigrizia della disobbedienza. È a te dunque, chinque tu sia, che si rivolgono ora le mie parole, tu che rinunci alla tua volontà e impugni le forti e nobili armi dell’obbedienza per combattere sotto lo stendardo di Cristo Signore, nostro vero Re” Prologo della Regola.

DSCF0001

…e la comunità al completo

Posted in Non classé |